ANPC Nazionale

Associazione Nazionale Partigiani Cristiani

Archivi per il mese di “aprile, 2018”

Aprile 2018: tre anniversari importanti

FERENTINO, la città ricorda il sacrificio di don Morosini.

Come ogni anno, la città di Ferentino ha ricordato la figura di Don Giuseppe Morosini in occasione dell’anniversario del suo sacrificio. La cerimonia organizzata dal Comune e dal Comitato onoranze Don Morosini , presieduto da Primo Poletta e con la collaborazione dell’Associazione Pro Loco, dell’Associazione Cesare Sterbini, dell’Associazione Banda Musicale Città di Ferentino e della parrocchia dei SS: Giovanni e Paolo è stata molto sentita e partecipata da tutta la cittadinanza. “Abbiamo voluto ricordare il nostro giovane concittadino come uno dei Padri della Costituzione – ha detto il sindaco Antonio Pompeo – la libertà di cui tutti oggi godiamo la dobbiamo anche a lui”. E noi aggiungiamo che Don Morosini con la forza della sua fede e le sue indiscusse doti di lealtà, di generosità e di entusiasmo, fu veramente un “Ribelle per amore”. Con il coraggio sereno e consapevole dei forti, seppe affrontare la dura prigionia dei nazisti, continuando il suo apostolato di assistenza morale e spirituale tra i carcerati; seppe andare incontro alla morte, in quel indimenticabile giorno del 3 aprile 1944, da autentico patriota, tanto da essere definito “uno dei più fulgidi Martiri del secondo Risorgimento italiano”. A rappresentare l’ANPC nazionale era presente il Consigliere Aladino Lombardi.

LEONESSA

La strage di Leonessa fu una strage nazista avvenuta tra il 2 aprile 1944 e il 7 aprile 1944 a Leonessa e nelle frazioni circostanti, nel corso della quale vennero uccisi 51 civili.Per questa ricorrenza sono state deposte corone in tutti i luoghi dei vari eccidi avvenuti a Leonessa e nei dintorni. Nel suo discorso commemorativo , il sindaco on. Paolo Trancassini ha auspicato la realizzazione, con l’aiuto degli alunni delle medie, della proposta fatta dal nostro consigliere Aladino Lombardi di ricercare i volti dei 51 martiri.

 RIETI  Le fosse reatine.

Cosa sono le fosse reatine? Il 9 aprile 1944 l’esercito tedesco prelevò durante un rastrellamento 15 partigiano portati successivamente nel quartire di Quattro Strade, dove vennero fucilati e sepolti in una fossa comune, ricavata da una buca prodotta da una bomba lanciata da un aereo. In occasione del 74° anniversario delle Fosse reatine presso la parrocchia del Sacro Cuore di Gesù nel quartiere di Quattro Strade, alla presenza delle autorità e degli alunni della scuola Cislaghi, si è celebrata la commemorazione dei 15 partigiani periti per mano tedesca. Aladino Lombardi era presente alla cerimonia.

Alcune foto dei tre anniversari:

Annunci

Navigazione articolo