ANPC Nazionale

Associazione Nazionale Partigiani Cristiani

Archivi per il mese di “settembre, 2021”

Si torna a scuola

Oggi è un giorno importante per i piccoli e per i ragazzi, ma soprattutto per il Paese. Si torna a scuola o si incomincia un percorso di formazione alla cittadinanza. Solo l’istruzione e l’educazione al vivere sociale rendono liberi e capaci di costruire il futuro. Determinante il ruolo di insegnanti che hanno tanta responsabilità. Auguri a tutti di buon anno scolastico e grazie per il servizio che rendete alla comunità. ANPC è orgogliosa della scuola italiana. Mariapia Garavaglia

Foto pubblicata su Frontiera, settimanale della Diocesi di Rieti

8 settembre 2021: 78°anniversario Difesa di Roma

In occasione del 78° anniversario della Difesa di Roma, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella si è recato a Porta San Paolo e al Parco della Resistenza dove ha reso omaggio ai Caduti.

La Giornata è stata celebrata con la deposizione di una corona d’alloro da parte del Presidente Mattarella alle lapidi commemorative dei Caduti militari e civili della Difesa di Roma a Porta San Paolo e l’omaggio al Monumento del Parco della Resistenza.

Presenti alla cerimonia il Ministro della Difesa Lorenzo Guerini e numerose autorità civili e militari. In rappresentanza dell’Anpc era presente il nostro Consigliere Nazionale Aladino Lombardi.

Le parole della nostra Presidente Nazionale Mariapia Garavaglia: “L’8 settembre del 1943 ha valorizzato il ruolo di guida morale della nostra capitale. La strenua difesa di Roma ha riscattato anni di oppressione. Roma ha visto cittadini e militari dalla stessa parte. Solo l’unità della comunità nazionale garantisce che la democrazia conquistata con sacrifici e lutti sia vitale e progredisca nella sviluppo civile e materiale. Onore e gratitudine a tutti i caduti”.

Galleria fotografica:

Le proposte del Tavolo Asilo e Immigrazione

ANPC si riconosce nell’appello del Tavolo Asilo e Immigrazione, fedele ad ogni iniziativa che ponga al centro con la dignità della persona la difesa dei suoi diritti inviolabili. I diritti senza il fondamento della democrazia sono deboli e non garantiscono i più vulnerabili. Le istituzioni italiane, europee ed internazionali devono onorare le loro fondamenta costruite sulla difesa e quindi sulla accoglienza dei profughi e di ogni persona costretta a migrare abbandonando le proprie radici.

Leggi qui il documento:

Navigazione articolo