ANPC Nazionale

Associazione Nazionale Partigiani Cristiani

23-24 Marzo 1944: alcune cose che bisogna sapere delle Fosse Ardeatine

fosse ardeatine GottusoIl giorno 23 marzo 1944 Alcide De Gasperi convoca alla ore 16:00 nel collegio di propaganda FIDE, che è zona extraterritoriale facente parte del Vaticano, il CLN (Comitato di Liberazione Nazionale che guida la Resistenza nelle zone occupate dai tedeschi). Partecipano anche Giorgio Amendola, per il PCI, e Sergio Fenoaltea per il PDA. Alle 15:30 si sente una terribile esplosione. Via Rasella dove era esplosa la bomba non dista più di cento metri. Quando escono dalla riunione, ha raccontato Amendola: “Trovammo l’inferno”. A Piazza di Spagna i tedeschi sparavano. L’eco dell’esplosione arriva fino alla “tana” di Hitler in Prussia. Tutti, dopo, parleranno della terribile ira di Hitler. Ma furono i comandanti tedeschi a decidere di dare una lezione ai romani. Dirà Kesserling: “Era invece importante che la rappresaglia venisse divulgata ai romani per intimidirli”.

Kappler, organizzatore della strage, offre il ruolo di giustizieri ai componenti del reggimento “Bozen”, che erano stati colpiti dall’attentato. Il comandante Helmut Dobrik, rispose che “non poteva aspettarsi che i suoi uomini che erano di sentimenti religiosi avessero potuto procedere all’esecuzione nel breve tempo a disposizione. (L’idea della strage vendicativa era quindi ben presente negli esecutori tedeschi se il comandante cattolico di un reggimento si rifiutava di partecipare alla vendetta). Ma Kappler decide di procedere allo sterminio con meticolosità burocratica: “Calcolai quanti minuti sono necessari per la fucilazione di ognuna delle 320 vittime. Calcolai anche le armi e le munizioni necessarie  cercai di rendermi conto di quanto tempo avessi a mia disposizione. Divisi i miei uomini in piccole squadre che dovevano alternarsi. Ordinai che ogni uomo sparasse solamente un colpo, specificando che la pallottola doveva raggiungere il cervello della vittima, attraverso il cervelletto, in maniera che la morte fosse certa ed immediata”.

Si mise in atto una grande operazione per trovare le 320 persone da fucilare. Tre erano già stati condannati. 157 erano arrestati da processare. 22 erano processati ma non condannati. 17 sospettati e 4 arrestati nelle vicinanze dell’attentato. Ma non bastavano: si chiese al reparto speciale di polizia di Pietro Koch di completare l’elenco prendendo i prigionieri di Via Tasso: 50 uomini furono consegnati ai tedeschi. In tutto furono trovate 335 persone, cinque in più di quanto era stato programmato. Uccidere uno dopo l’altro tutti queste persone non sarebbe stata una cosa semplice e bisognava fare presto per terrorizzare Roma. Bisognava dunque, disse Kappler, creare “una camera mortuaria naturale e nascosta da cui le salme non dovevano essere più smosse”.

Fu il capitano Kohler a suggerire di utilizzare le cave di tufo sulla Via Ardeatina.

Dall’attacco di Via Rasella all’esecuzione della strage passarono soltanto 21 ore. I camion partirono il pomeriggio del 24 maggio da Regina Coeli e da Via Tasso. Una detenuta racconta: “Nella parte del corridoio sotto la nostra cella vengono allineati gli ebrei, alcuni giovanissimi. Cinque appartenenti alla stessa famiglia, arrestati due sere prima con moglie e bambini, uno dei quali di pochi mesi. Comincia l’appello degli ebrei…”.

Alle 15:30 cominciò la carneficina. Le persone con le mani legate erano costrette ad inginocchiarsi ed incrinare la testa su un lato. Gli esecutori sparavano a gruppi di cinque con un sesto ad illuminare la scena. Anche Kappler e Priebke, per dare l’esempio, si alternarono nelle squadre. Quando la massa dei cadaveri cominciò ad essere tale da ostacolare le operazioni le vittime furono costrette a salire sui corpi senza vita. La commissione interalleata, scesa nelle cave nel luglio del ’44, scoprì due enormi cumuli, che occupavano circa cinque metri di lunghezza e tre di larghezza… i corpi erano fino a tre strati in un cumulo e fino a cinque in un altro cumulo.

Tutti in posizione prona. In alcuni casi furono sparati alla nuca più colpi per essere certi dell’uccisione. In questo modo 33 persone furono decapitate. Alle otto di sera tutto era finito. 335 persone erano state uccise. Il padre di una delle vittime, Leonardo Azarita, si incaricò di compilare questa tragica statistica che qui riportiamo: “Età da 14 a 75. Cattolici, 253. Ebrei, 70. Professioni: agenti di polizia, 1; ambulanti 16; amministratori e uomini di affari, 7; architetti, ingeneri e geometri, 5; attori, 2; artisti, disegnatori e pittori, 5; assicuratori, 1; autisti e conduttori, 7; avvocati, 11; banchieri, 1; calzolai, 5; carpentieri e falegnami, 11; commercianti e bottegai, 42; commessi di negozio, 7; dottori in scienze politiche, 1; domestici e camerieri, 2; elettricisti, 5; farmacisti e medici, 4. Forza armate: aviazione, 3; carabinieri, 11; esercito, 12; marina, 6; funzionari pubblici, 4; impiegati e segretari commerciali, 40; impiegati alle poste e telegrafi, 4; ferrovieri, 3; telefonici, 2; macellai, 5; meccanici, 13; musicisti, 1; operai edili, 2; operai vari, 28; professori, 5; proprietari terrieri e contadini, 10; sacerdoti, 1; studenti, 9; tecnici del cinema, 2; tipografi, 2”.

Era rappresentato tutto il popolo di Roma.

Gli ingegneri tedeschi fecero saltare l’ingresso delle cave. Kappler tornò in Via Tasso. Era stata una giornata faticosa, cenò assieme ad un gruppo dei suoi agenti, reduci da molte ore di lavoro all’interno delle Fosse Ardeatine. Cercò di rassicurarli: “La rappresaglia disse è stata eseguita… Adesso, la cosa migliore da fare è ubriacarsi” (public records office, war office London, 310-137).

(tratto da “la battaglia di Roma di Claudio Fracassi, Mursia)

 

GLI EBREI ASSASSINATI ALLE ARDEATINE

1) ANTICOLI LAZZARO – di Settimio e Efrati Fortunata – nato a Roma il 7/4/1917- venditore ambulante – arrestato il 24/3/1944. 2) ASTROLOGO CESARE – fu Mosè e di Limentani Perla – nato a Tivoli il 24/5/1902 – lucidatore – arrestato il 15/3/1944 – appartenente al Partito D’Azione. 3) BEROLSHEIMER ALDO – nato a Roma il 20/9/1905 – commesso – arrestato il 31/12/1943 rilasciato il 26/1/1944 e riarrestato il 20/3/1944. 4) BLUMSTEIN GIORGIO LEONE – nato a Leopoli nel 1895 – banchiere. 5) CALÒ CESARE. 6) CAVIGLIA ADOLFO – fu Sabato e Citoni Ester – nato a Roma il 5/10/1898 -impiegato – arrestato il 9/3/1944. 7) COEN SAVERIO – di Pellegrino Enrico e Bondì Sara – nato a Roma il 5/10/1910- commerciante – arrestato il 22/2/1944 – appartenente al Fronte Militare. 8) DELLA TORRE ODOARDO – fu Cesare e Aruch Virginia- nato a Livorno il 24/2/1894 – avvocato – arrestato il 18/3/1944 – appartenente al Partito Comunista. 9) DEL MONTE GIUSEPPE – di Prospero e di Funari Ester – nato a Roma il 22/11/1904 – impiegato – arrestato il 7/3/1944 – appartenente al C.L.N.. 10) DI CAPUA ZACCARIA – di Amadio e Sed Gioia – nato a Roma 112/4/1899 – autista – arrestato il 15/3/1944. 11) DI CASTRO ANGELO – di Giovanni e Cori Colomba – nato a Roma il 22/12/1917- commesso – arrestato il 21/3/1944. 12) DI CONSIGLIO CESARE – fu Mosè e di Moscati Bona – nato a Roma il 7/11/1912 – venditore ambulante – arrestato il 21/3/1944. 13) DI CONSIGLIO FRANCO – fu Salomone e di Tivoli Gemma – nato a Roma il 21/3/1927 – macellaio – arrestato il 21/3/1944. 14) DI CONSIGLIO MARCO – fu Salomone e di Tivoli Gemma – nato a Roma il 15/5/1924 – macellaio – arrestato il 21/3/1944. 15) DI CONSIGLIO MOSÈ – fu Salomone e di Di Veroli Ester – nato a Roma il 25/1/1870 – commerciante – arrestato il 21/3/1944. 16) DI CONSIGLIO SALOMONE-fu Mosè e di Moscato Arabona- nato a Roma il 20/2/1899 – commerciante – arrestato il 21/3/1944. 17) DI CONSIGLIO SANTORO – fu Salomone e di Tivoli Gemma – nato a Roma il 23/9/1925 – macellaio – arrestato il 21/3/1944. 18) DI NEPI ALBERTO- fu Samuele e Sonnino Speranza- nato a Roma il 21/9/1879- commerciante – arrestato il 15/2/1944. 19) DI NEPI SAMUELE – fu Sabato e Sonnino Allegra – nato a Milano l’8/2/1908- commerciante – arrestato il 13/3/1944 – appartenente al C.L.N.. 20) DI NEPI GIORGIO – fu Ugo Angelo e di Piattelli Emma – nato a Roma il 23/9/1919 – viaggiatore – arrestato il 22/3/1944 – appartenente al C.L.N.. 21) DI NOLA UGO – fu Settimio Sabato e Sestieri Ester – nato a Roma il 12/2/1901- piazzista – arrestato nel febbraio 1944. 22) DI PORTO ANGELO – fu Crescenzio e di Di Segni Rosa – nato a Roma l’1/4/1918 – venditore ambulante – arrestato il 24/3/1944 – appartenente al C.L.N.. 23) DI PORTO GIACOMO – fu Mosè e di Di Porto Anna – nato a Roma il 10/4/1890 – venditore ambulante – arrestato il 24/3/1944. 24) DI PORTO GIACOMO – fu Rubino e Sermoneta Giuditta – nato a Roma il 15/12/1895 – venditore ambulante – arrestato il 23/3/1944. 25) DI SEGNI ARMANDO – di Amadio e Di Porto Èva – nato a Roma il 27/6/1913- venditore ambulante – arrestato il 24/3/1944 – appartenente al C.L.N..
26) DI SEGNI PACIFICO – fu Salomone e di Di Porto Regina – nato a Roma il 26/1/1922 – venditore ambulante – arrestato il 23/3/1944. 27) DI VEROLI ATTILIO – fu Michele e Astrologo Sara – nato a Roma il 28/1/1890- commerciante – arrestato il 18/3/1944 – appartenente al C.L.N.. 28) DI VEROLI MICHELE – di Attilio e Funaro Costanza – nato a Roma il 3/2/1929- commerciante – arrestato il 18/3/1944 – appartenente al C.N.L.. 29) EFRATI MARCO – fu Lazzaro e di Pavoncello Rosa – nato a Roma il 25/7/1907- commerciante – arrestato il 20/3/1944. 30) FANO GIORGIO -fu Salvatore e fu Scazzocchio Ester- nato a Roma il 4/8/1907- dottore in scienze commerciali – arrestato il 15/3/1944. 31) FATUCCI SABATO AMADIO – fu Angelo e di Pavoncello Ziviella – nato a Roma il 27/11/1877 – commerciante – arrestato il 22/3/1944. 32) FORNARI RAFFAELE – fu Giacobbe e di Sermoneta Rosa – nato a Roma il 26/11/1904 – venditore ambulante – arrestato il 20/3/1944 – appartenente al C.L.N.. 33) FORNARO LEONE-di Giacomo e Pavoncello Emilia-nato a Roma il 27/7/1921- venditore ambulante – arrestato il 24/3/1944. 34) FRASCATI ANGELO – fu Davide e di Limentani Ester – nato a Roma l’11/11/1887 – commerciante. 35) FUNARO ALBERTO – di Lazzaro e di Di Veroli Allegra – nato a Roma il 27/9/1919- commerciante – arrestato il 23/3/1944. 36) FUNARO MARCO MOSÈ – fu Giuseppe e di Terracina Fortunata – nato a Roma il 15/3/1889 – commerciante – arrestato il 21/3/1944. 37) FUNARO PACIFICO – fu Sabato e Spizzichino Maria – nato a Roma il 13/5/1888 – autista – arrestato il 23/3/1944. 38) FUNARO SETTIMIO-fu Giacomo e di Zarfati Italia-nato a Roma il 17/11/1916- venditore ambulante – arrestato l’8/3/1944. 39) LANDESMANN BORIS – fu Davide e Rosenstein Ida – nato ad Odessa il 2/2/1901 -commerciante. 40) LIMENTANI DAVIDE – fu Sabatino e di Sabatello Rosa – nato a Roma il 27/5/1885 – commerciante – arrestato il 9/3/1944. 41) LIMENTANI GIOVANNI – fu Sabatino e di Sabatello Rosa – nato a Roma il 30/12/1885 – commerciante – arrestato il 9/3/1944. 42) LIMENTANI SETTIMIO – fu Giovanni e di Citoni Silvia – nato a Roma il 27/5/1907 – commerciante – arrestato il 9/3/1944. 43) MARINO ANGELO – fu Mosè e di Moresco Sara – nato a Roma il 9/8/1912 -piazzista – arrestato il 23/3/1944. 44) MENASCI UMBERTO – fu Asriele e Belladonna Clelia – nato a Roma il 10/1/1907 – commerciante – arrestato il 22/3/1944. 45) MIELI CESARE – fu Zefanio e Menasci Perla – nato a Roma il 21/11/1890 -venditore ambulante – arrestato il 22/3/1944 – C.L.N.. 46) MIELI MARIO – di Israele Cesare e Zarfati Emilia – nato a Roma il 7/6/1919-commerciante – arrestato il 22/3/1944. 47) MIELI RENATO – di Israele Cesare e Zarfati Emilia – nato a Roma il 18/9/1913- commerciante – arrestato il 22/3/1944. 48) MILANO RAFFAELE – fu Giuseppe e Scazzocchio Guiditta – nato a Sora il 16/1/1896 – viaggiatore di commercio – arrestato il 25/2/1944. 49) MILANO TULLIO – fu Vito e di Pontecorvo Olga – nato a Roma il 20/11/1899- impiegato – arrestato la seconda metà del febbraio 1944. 50) MILANO UGO – fu Vito e di Pontecorvo Olga – nato a Roma il 16/12/1905 -impiegato. 51) MOSCATI EMANUELE – di Cesare e Calò Allegra – nato a Roma il 17/12/1914- venditore ambulante – arrestato il 13/3/1944. 52) MOSCATI PACE – fu Abramo e di Fornari Elisabetta – nato a Roma il 21/5/1899- venditore ambulante – arrestato il 20/3/1944 – appartenente al C.L.N.. 53) MOSCATI MARCO. 54) MOSCATI VITO – fu Abramo e di Fornari Elisabetta – nato a Roma il’26/7/1900- elettricista – arrestato il 25/3/1944 – appartenente al C.L.N.. 55) PERUGIA ANGELO – fu Salomone e Fatucci Rebecca – nato a Roma il 20/8/1906 – venditore ambulante – arrestato il 4/3/1944 – appartenente al Partito D’Azione. 56) PIATTELLI CESARE – fu Mosè e Livoli Luna – nato a Roma il 7/4/1900 – venditore ambulante – arrestato il 24/3/1944 – appartenente al C.L.N.. 57) PIATTELLI FRANCO – fu Giacomo e di Menasci Giuditta – nato a Roma il 22/3/1924 – commesso – arrestato il 22/3/1944 – appartenente al C.L.N.. 58) PIATTELLI GIACOMO – fu Ismaele e di Di Nepi Virtuosa – nato a Roma il 18/9/1897 – piazzista – arrestato il 22/3/1944 – appartenente al C.L.N.. 59) PIPERNO CLAUDIO – di Abramo e fu Calò Rosa – nato a Roma il 4/7/1923 -commerciante – arrestato il 20/3/1944. 60) REICHER MARIAN. 61) SCIUNNACH DATTILO – fu Donato e di Di Segni Rosa – nato a Roma il 28/7/1880 – commerciante – arrestato l’8/3/1944. 62) SERMONETA BENEDETTO – di Abramo e Della Rocca Costanza – nato a Roma l’11/3/1905 – venditore ambulante – arrestato il 24/3/1944 – appartenente al C.L.N.. 63) SOIKE BERNARD. 64) SONNINO ANGELO – fu Pacifico e di Pavoncello Allegra – nato a Roma il 7/7/1914 – commerciante – arrestato il 21/3/1944 – appartenente al C.L.N.. 65) SONNINO GABRIELE – di Giacomo e fu Di Porto Grazia – nato a Roma il 17/6/1909- commesso- arrestato il 24/3/1944- appartenente al C.L.N.. 66) SONNINO MOSÈ – di Samuele e di Di Porto Ester – nato a Roma il 22/6/1903- venditore ambulante. 67) SONNINO PACIFICO – fu Angelo e di Limentani Giuditta – nato a Roma il 12/9/1891 -commerciante- arrestato il 4/3/1944- appartenente al C.L.N.. 68) TEDESCO CESARE – di Amedeo e Eliseo Fortuna – nato a Roma il 13/2/1919- commesso – arrestato il 3/3/1944. 69) TERRACINA SERGIO – fu Giacomo e Menasci Allegra – nato a Roma il 21/8/1925 – commesso – arrestato il 22/3/1944. 70) TUCHMANN HEINZ ERICH. 71) VIVANTI ANGELO – fu Vitale e Sonnino Sara – nato a Roma il 27/3/1884 – commerciante – arrestato il 25/2/1944. 72) VIVANTI GIACOMO – fu Angelo e di Spizzichino Fortunata – nato a Roma l’11/11/1911 – commerciante – arrestato il 25/2/1944. 73) WALD SCHRA – nato a Berlino. 74) WALD PESACH PAUL – nato a Berlino nel 1921. 75) ZARFATI ALESSANDRO – di Angelo e di Di Porto Ester – nato a Roma l’8/9/1916 – commerciante – arrestato il 19/3/1944.

 

(Questo elenco si trova nel sito anfim.it)

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: