ANPC Nazionale

Associazione Nazionale Partigiani Cristiani

4 DICEMBRE 2022 – Maratona Mattei per sempre a San Donato Milanese

Il 4 dicembre 2022, a San Donato Milanese, si è tenuta la giornata di chiusura della Maratona “Mattei per sempre” iniziata a Roma il 27 ottobre.

La giornata è iniziata con la partecipazione alla Santa Messa nella chiesa dedicata a Santa Barbara (di pregevole fattura, e con molte opere d’arte al suo interno, partendo dal particolare soffitto), celebrata dal parroco don Carlo Mantegazza; molto emozionante, come sempre, la lettura della Preghiera del ribelle.

Nel primo pomeriggio, come da programma, è iniziato il convegno nel teatro della Scuola Maria Ausiliatrice (Scuola voluta da Enrico Mattei, come la Chiesa e come il quartiere Metanopoli, ancora oggi opera architettonica di riferimento per i nuovi architetti).

Dopo i saluti del Parroco Don Carlo, del Sindaco Francesco Squeri e del ns. consigliere Luca Squeri, la nostra Presidente Mariapia Garavaglia ha precisato il motivo per cui a distanza di 60 anni dalla morte del fondatore della nostra Associazione, parliamo di Enrico Mattei. Un uomo che aveva ben presente cosa significava vivere in PACE.

La sua visione e la sua lungimiranza in quel periodo di ricostruzione dopo la seconda guerra mondiale, hanno permesso all’Italia di crescere e prosperare e il suo insegnamento è tuttora valido.

Maurizio Gentilini ha fatto una Lectio Magistralis molto coinvolgente e interessante su Enrico Mattei (che si potrà ascoltare quando avremo la registrazione) che ha affascinato i presenti.

La sua partecipazione alla lotta partigiana (il 6 maggio 1945 sfila a Milano con i capi del CLN), la creazione dell’associazione dei partigiani cristiani per dare visibilità ai tanti cattolici resistenti che con il loro apporto contribuirono alla liberazione dell’Italia dal nazifascismo, il suo approccio ai problemi e a trovare la risoluzione dei problemi, sempre per il bene dell’Italia.

Patrizia Toia con una visione europea, ha dipinto la figura di Enrico Mattei come la persona che chiamato a liquidare l’Agip ne capì le potenzialità per la crescita del Paese e creò l’ENI. L’approccio che Enrico Mattei aveva nei confronti dei paesi africani: aiutarli a casa loro voleva dire parità di trattamento e non di sudditanza. In questo modo si potevano aiutare i paesi che avevano giacimenti petroliferi. Anche questa era una forma di giustizia sociale. Oggi siamo toccati tutti da questa crisi energetica e si cercano soluzioni alternative al petrolio ma il suo insegnamento e le sue linee guida dovrebbero essere ristudiate.

Vincenzo Calia, magistrato che dopo più di 30 anni dalla morte di Enrico Mattei, riaprì il caso, ci ha raccontato (come magistralmente è riportato anche nel suo libro “IL CASO MATTEI”) come è arrivato a scoprire i depistaggi e i falsi reperti prodotti dalle inchieste, per coprire l’attentato che costò la vita ad Enrico Mattei, al pilota Irnerio Bertuzzi e al giornalista statunitense William McHale della testata Time-Life, incaricato di scrivere un articolo su di lui.

Al termine sono stati consegnati i vari riconoscimenti, tra cui il premio di Cultura come Barbara al dott. Vincenzo Calia, che ha molto gradito l’omaggio, così come pure tutti gli altri.

La giornata si è conclusa con un concerto della Insubria Chamber Orchestra, organizzata dagli amici di APVE (associazione pionieri e veterani eni sezione San Donato Milanese), che ha appassionato il pubblico presente nella prestigiosa Chiesa di Santa Barbara.

Una giornata intensa ma gratificante per tutti.

Luisa Ghidini

Pubblicità

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: